Letteratura

La fiorente tradizione letteraria in esperanto è stata riconosciuta dal PEN- club International, che ha accettato l'esperanto come affiliato nel 60° congresso del settembre 1993. Notevoli scrittori contemporanei in esperanto includono i narratori Trevor Steele (Australia) e Spomenka Ŝtimec (Croazia), i poeti William Auld (Scozia, candidato Nobel 1998), Baldur Ragnarsson (Islanda, candidato Nobel 2008) e Abel Montagut (Catalogna), e i saggisti e i traduttori Probal
Altre Info

Teatro

La prima importante rappresentazione teatrale in esperanto avvenne nel 1905, durante il 1° Congresso Universale di Esperanto, quando sette attori di diverse nazionalità portarono in scena "Il matrimonio forzato" di Molière. Le occasioni adatte a presentare del teatro in esperanto furono quasi esclusivamente i Congressi Universali dove furono rappresentate opere anche con attori professionisti che il pubblico internazionale ha sempre seguito con entusiasmo. Per quanto riguarda il teatro diffuso via radio c'è un'importante esperienza portata avanti presso Radio Brno dal gruppo teatrale Trakt.

Musica

I generi musicali popolari in esperanto vanno dalla musica leggera alla folk passando per il rock, il cabaret, la classica, l'operistica, eccetera. Inoltre, cantautori e interpreti popolari in molti paesi hanno registrato in esperanto, hanno scritto spartiti ispirati alla lingua, o l'hanno usato nel loro materiale promozionale, come l'inglese Elvis Costello e lo statunitense Michael Jackson.

© Federazione Esperantista Italiana  Via Villoresi, 38  20143 Milano   C.F. 80095770014